La Reale Mutua rispetta i pronostici e vince agevolmente sul campo di Casale. Apre le danze Ousmane Diop: semigancio dopo un bel movimento spalle a canestro per il giocatore di origini senegalesi, che sblocca il tabellone del PalaFerraris. La Junior rimane sempre in scia ma due bombe di Pinkins provano a tagliare le gambe ai ragazzi di coach Ferrari che reggono però in un primo quarto in cui si segna pochissimo: 11-12.
Ancora Pinkins prova a far scappare i suoi ma Sims e Roberts rispondono colpo su colpo. Entra in partita Marks con un paio di canestri importanti e Diop continua a giganteggiare sotto il ferro (15+8 a metà gara). Tuttavia, gli sforzi gialloblu non vengono ripagati e, all’intervallo lungo, Torino vanta sempre solo un punto di vantaggio: 31-32.
La terza frazione dà la vera e propria svolta alla gara. Pinkins, Traini e Marks infilano 3 triple consecutive che costringono coach Ferrari a fermare la partita sul +8 Reale Mutua. Al rientro sul parquet, la musica non cambia. Marks diventa inarrestabile: 5 punti in fila e l’assist per la tripla di Alibegovic che risponde a quella di Cesana. Proprio il capitano fallisce due tiri liberi ma, sul capovolgimento di fronte, è ancora Marks a recuperare il pallone e favorire la comoda schiacciata del numero 5. Un’altra tripla del nativo di Chicago manda in archivio il terzo periodo con il punteggio di 45-58.
Nel quarto quarto torna a segnare Diop, gli fa eco Marks e, a 7 minuti dal termine, Roberts spende un fallo a centrocampo per fermare la fuga di Alibegovic: antisportivo. Parziale di 8-0 per Torino che si chiude con l’1/2 di Campani dalla lunetta. Massimo vantaggio gialloblu sul 51-68 e partita che sembra ormai ben ipotecata. Ci prova ancora Casale, soprattutto con Sims ma Pinkins con una tripla e Traini con i liberi, archiviano la pratica: 68-75.

POSSIBILI SCENARI DI QUALIFICAZIONE
Con questa vittoria la Reale Mutua aggancia in vetta Derthona, impegnata contro Biella. In caso di vittoria dei leoni, Torino può sperare nella qualificazione come migliore seconda, basandosi sulla differenza canestri delle squadre degli altri gironi. In caso di vittoria di Biella con meno di 25 punti di scarto, Torino sarebbe qualificata come prima.

PAGELLE
Marks (24): leader come al solito silenzioso. Trascina la squadra verso la vittoria con i suoi canestri ma sa quando rinunciare ad un tiro per offrirlo ad un compagno meglio posizionato. 7
Cassar: s.v.
Traini (5): fatica un po’ quando la partita diventa più fisica ma è bravo a gestirsi con 4 falli. Il 2/4 ai liberi nel finale potrebbe pesare sulla differenza canestri. 6
Jakimovski: s.v.
Alibegovic (7): fatica a trovare il canestro dalla lunga distanza (1/9) e sbaglia due tiri liberi conquistati in contropiede. Bene però sotto canestro con 7 rimbalzi catturati. 5,5
Ianuale: ne
Diop (17+11): straripante sotto il ferro. Garantisce 6 extra possessi ai suoi ed è quasi perfetto dal campo (7/9). Si eclissa un po’ nel secondo tempo, non riuscendo a dare continuità alla prestazione del primo. 7
Campani (4): fatica a trovare spazio per concludere a canestro. 4 falli lo frenano un po’ in difesa. 5,5
Mortarino: ne
Reggiani: s.v.
Pinkins (18): se Cavina cercava un lungo solido e con buona mano, lo ha trovato. 5/7 da tre e 7 rimbalzi per il numero 15, sempre più stella di questa squadra. 7
Toscano: difende aggressivo, forse troppo come testimoniano i 4 falli commessi. Non trova il canestro e lo 0/5 da 3 sporca troppo la sua prestazione. 5
MVP: DERRICK MARKS

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: